COME AFFRONTARE INDENNI LE VACANZE: RIPOSO O RECUPERO ATTIVO?

COME AFFRONTARE INDENNI LE VACANZE: RIPOSO O RECUPERO ATTIVO?

Dopo mesi di lavoro e sacrifici per dedicarsi alla propria passione il nostro fisico ha bisogno di una pausa. Molti si chiedono se riposarsi totalmente dalla bici o meno, che fare quindi.

Partiamo dal presupposto che il fisico di un ciclista è una macchina allenata: cuore, muscoli, articolazione e apparato cardiocircolatorio sono abituati a ricevere costantemente stimoli dall’esterno mediante l’allenamento e la cosa più sbagliata da fare è quella di interrompere bruscamente gli allenamenti. Supponiamo di prenderci 15-20 di recupero: i primi 5-6 giorni inizieremo il cosiddetto “cool down”, ovvero effettueremo uscite blande di 1h max 1h30 per rallentare gradualmente; dopodichè si possono osservare 4-5 giorni di riposo assoluto dalla bici e, in seguito, riprendere gradualmente con uscite di 1h- 1h30. Questo è una sorta di ciclo piramidale che permette al corpo di recuperare senza però subire uno shock dovuto alla mancanza immediata di allenamento.

Questo periodo può essere sfruttato anche per concederci qualche sfizio alimentare senza però esagerare.

Durante i giorni di riposo prendiamo del tempo per noi stessi, non pensiamo a gare o impegni e concentriamoci su ciò che non abbiamo avuto tempo di fare durante i mesi precedenti.

Dott. Marco Ponta
Preparatore atletico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *